NUMERO VERDE: 800 913 468 info@ofta.it

Trabeculectomia per la cura del Glaucoma

Chirurgia | 0 commenti

L’intervento chirurgico nel glaucoma viene raccomandato per evitare un danno al nervo ottico , quando la terapia laser o i farmaci del glaucoma non risultino efficaci nell’abbassare la pressione intraoculare.

L’intervento più utilizzato nel mondo è la Trabeculectomia che è un intervento filtrante che crea un “by pass” tra l’interno e la parte esterna dell’occhio (sotto la congiuntiva, coperta dalla palpebra superiore), in modo tale da far defluire negli spazi sottocongiuntivali l’umore acqueo in eccesso all’interno dell’occhio e diminuirne la pressione. Questo permette di limitare la progressione del glaucoma.
Si esegue una anestesia locale e dopo la trabeculectomia l’occhio viene bendato e applicati colliri per alcuni giorni.
La cura del glaucoma con questa metodica è efficace ma può presentare complicanze se non eseguita da mani con grande esperienza, come quelle del Dottor Francesco Laurelli che da anni esegue questa tecnica nel proprio Centro con risultati eccellenti.

Occorre fare grande attenzione a non fare sforzi dopo la trabeculectomia per almeno un mese perché questo potrebbe comportare un brusco abbassamento della pressione dell’occhio.
Dopo trabeculetomia è consigliabile un periodo di astensione dalle attività che comportino sforzi fisici di almeno trenta giorni salvo diversa indicazione del chirurgo oculista.

COMPLICANZE

Si possono distinguere complicanze che avvengono nel corso dell’operazione (intraoperatorie) da quelle successive ad essa (postoperatorie). Tra le prime principalmente vi sono le emorragie. Tra le seconde, invece, si segnalano infezioni, un eccessivo deflusso dell’umor acqueo verso l’esterno, che causa un’importante riduzione della pressione intraoculare (ipotono); si tratta, comunque, di un inconveniente limitato nel tempo e facilmente gestibile.
Inoltre, si può verificare la formazione di aderenze nell’angolo della camera anteriore dell’occhio (goniosinechie) e di anomale dislocazioni dell’umore acqueo appena formato.
Infine, è importante ricordare che talvolta le manovre chirurgiche eseguite possono determinare un’opacità del cristallino per effetti traumatici.

Prenota una visita

Compila il modulo seguente per prenotare una visita online, sarete contattati dal nostro personale per una conferma.

MODULO DI RICHIESTA
Share This